Sociale

In campo per la solidarietà. La Robur partecipa a #iovogliogiocareacalcio…inLegaPro

In Lega Pro scendono in campo calcio e sociale. Fischio di inizio per “#iovogliogiocareacalcio…inLegaPro”, il torneo Quarta Categoria con le prime 13 squadre ambasciatrici in Lega Pro

Reggio Emilia, 30 marzo 2017–  Si è svolta oggi, nella Sala Rossa del Municipio di Reggio Emilia, in Piazza Prampolini n.1, la presentazione di #iovogliogiocareacalcio…inLega Pro, il torneo di Quarta Categoria Emilia Romagna”. Sono state presentate le prime 13 squadre della categoria che hanno costituito o adottato le realtà Special (squadre formate da giocatori affetti da problematiche fisiche e cognitive), aprendo le porte al mondo della disabilità e diventando ambasciatrici di valori sportivi e di integrazione sociale. I club sono: Cremonese, Piacenza, Feralpisalò, Pontedera, Carrarese, Robur Siena, Modena, Santarcangelo, Livorno, Parma, Reggiana, Forlì e Prato. I bianconeri sono nel girone C con Modena, Prato e Pontedera. La Robur Siena “For Special” ha adottato il team della Usd Virtus Bagnolo di Bagnolo in Piano (RE): i suoi ragazzi indosseranno gli scarpini donati dalla Robur e, grazie alla collaborazione con Sportika che sostiene questo progetto, le maglie bianconere. Alla presentazione ha partecipato la presidente Anna Durio, accompagnata dal direttore marketing Vincenzo Federico. “Abbiamo aderito con molto piacere a questa iniziativa – ha dichiarato la presidente Anna Durio – La società è sensibile ai temi che riguardano il sociale, ed è attiva in questo ambito nel territorio senese. Questo progetto permette anche di allargare gli orizzonti, impegnandosi insieme alla Lega Pro e alle altre squadre che hanno aderito”.

Sono intervenuti: il responsabile delle Politiche sportive del Comune di Reggio Mauro Rozzi, il Presidente di Lega Pro Gabriele Gravina, la Senatrice Laura Bignami, il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia Romagna Andrea Rossi, il Presidente della LND Emilia Romagna Paolo Braiati, il Presidente del Settore Giovanile Scolastico della FIGC Emilia Romagna Massimiliano Rizzello, il Vicepresidente del CSI di Reggio Emilia Alessandro Munarini, il Delegato allo Sport del Comune di Reggio Emilia Mauro Rozzi, la Presidente di FCR (Farmacie Comunali Riunite) Annalisa Rabitti, il Vicepresidente della Fondazione per lo Sport del Comune di Reggio Emilia Nicola Simonelli, il Presidente di ASD Calcio 21 Valentina Battistini e il Vicepresidente di ASD Calcio 21 Valeria Izzo.

“Reggio Emilia è, non da oggi, una città che sta compiendo lo sforzo di civiltà necessario per ragionare sul piano prima di tutto culturale – dice il sindaco di Reggio Luca Vecchi –  ma anche sul fronte dell’appoggio a iniziative come quella meritoria presentata  in Comune;  su cosa significhi dare opportunità nuove a persone portatrici di abilità diverse. Vanno in questa direzione il grande lavoro dei tavoli di Reggio Emilia Città senza barriere, lo sforzo sull’adeguamento di impianti sportivi, i tanti cantieri sul piano dei lavori pubblici per renderla sempre più una città “alla portata di tutti”, l’affiancamento a scuole e associazioni che operano in questa direzione. E’ una strada intrapresa che proseguiamo con convinzione e che vede tutti i servizi dell’Amministrazione ingaggiati. Salutiamo quindi con enorme soddisfazione il fatto che, assieme alla Lega Pro, alle società calcistiche che hanno aderito e alle associazioni del territorio, si sia voluta scegliere Reggio come luogo di lancio di una bella manifestazione che va nella direzione giusta del riconoscimento di diritti e di nuove occasioni per persone portatrici di abilità diverse”.

“E’ un progetto a cui come Lega Pro abbiamo aderito con convinzione e a cui teniamo molto – spiega Gabriele Gravina, Presidente Lega Pro- perché il calcio è un veicolo concreto e tangibile per lanciare messaggi positivi. Ringrazio i primi 13 nostri club che hanno aderito al Torneo“”#iovogliogiocareacalcio…inLegaPro”, seguendo la filosofia di un calcio che si declina al sociale e può rappresentare un’opportunità per tutti coloro che vogliono viverlo con passione e entusiasmo”.

Anche Valentina Battistini, Presidente di ASD Calcio 21 (società promotrice del Torneo) ha espresso tutta la sua riconoscenza verso coloro che hanno reso possibile Quarta Categoria Emilia Romagna: “Mi sono sempre piaciute le persone che promettono e mantengono la parola data, senza se e senza ma. Il Presidente Gravina, la Lega Pro, le sue squadre e il Csi in poco più di due mesi sono riusciti a dar vita a Quarta Categoria Emilia Romagna, creando un ponte straordinario tra calcio e disabilità e per questo avranno sempre la nostra più sincera gratitudine. Ora la prossima tappa sarà Roma, dove partirà a breve Quarta Categoria Lazio”.

Durante la conferenza sono stati presentati i diversi progetti che partiranno a breve. In primisquello che prevede l’apertura di tre uffici di Quarta Categoria (a Milano, a Reggio e a Roma) dove i ragazzi diversamente abili potranno fare esperienze lavorative, ricoprendo vari ruoli. Molto importante poi sarà la nascita della “nazionale solidale”. Verranno selezionati 12 giocatori, ogni anno diversi, i quali vivranno significative esperienze di solidarietà: a luglio ad esempio andranno in Abruzzo dove verranno organizzati dei campus in cui i nostri ragazzi insegneranno ai giovani del luogo a giocare a calcio.

Tra i presenti alla conferenza anche Santo Rullo, il cui film “Crazy for football” ha vinto il David di Donatello lunedì scorso a Roma come miglior documentario.

Si scende in campo. Alle ore 14.30 al Centro Sportivo dell’ A.C. Reggiana 1919, in via Mogadiscio n.1, fischio di inizio per il derby Reggiana for Special – Parma for Special che sancirà l’inizio del torneo Quarta Categoria Emilia Romagna.

IL TORNEO

Il torneo “Quarta Categoria iovogliogiocare..in Lega Pro” è organizzato su tre gironi (due da 4 squadre e uno da 5). Al termine dei gironi le tre prime classificate e la miglior seconda si qualificheranno per le finali che si svolgeranno in occasione della fase finale dei play off di Lega Pro a Firenze.

Il torneo si giocherà nelle seguenti giornate: 8 aprile, 22 aprile (solo per il girone a 5), 6 maggio e il 20 maggio. Le città che ospiteranno la competizione sono: Reggio Emilia, Cremona, Forlì, Salò e Parma.

Pubblicato il

Torna all'indice